A COSA SERVE MEDITARE? NUOVE TECNICHE E SCOPERTE SCIENTIFICHE

Joe Dispenza, autore di vari best seller dedicati al funzionamento della mente ed a tecniche di meditazione, ci offre con questo testo alcuni strumenti per stimolare la ghiandola pineale e giungere a stati meditativi in grado di influenzare le nostre credenze ed abitudini.

Come è solito fare, questo autore cita diversi esperimenti e principi di anatomia e fisiologia del corpo umano a supporto delle sue tecniche, questo testo quindi nutre al contempo la nostra necessità di apprendere nuove tecniche moderne di meditazione e la nostra curiosità intellettuale di comprendere come funzionano.

Ecco un breve excursus sul testo, la cui lettura è vivamente consigliata:

Le emozioni sono le conseguenze chimiche delle esperienze vissute,  il modo in cui  il pensiero comunica col corpo

Si crea un legame tra pensieri e sostanze chimiche associate che creano dipendenza, cattturati dal loop di pensieri negativi che creano emozioni negative il corpo si nutre a livello cellulare di determinati neuropeptidi e col tempo si assefua.

Produrre gli stessi pensieri crea le stesse emozioni che creano, per risonanza, la stessa realtà ogni giorno

Le emozioni legate alla sopravvivenza, come sessualità, rabbia, controllo, non sono di per sé sbagliate, fanno parte dell’umanità e della lotta per la sopravvivenza del corpo fisico, non si tratta di praticare il pensiero positivo, si tratta di andare oltre alle emozioni negative accettandole come parte di noi

Da ciò si deduce che:

I pensieri sono un’energia potentissima, creano  le emozioni  che sono il ponte di unione tra pensiero e corpo.

Pensieri di gratitudine ed amore generano delle alte frequenze e delle sostanze chimiche, come le endorfine, che donano sensazioni di benessere.

Agendo sui pensieri posso cambiare lo stato d’animo che genera i neuropeptidi corrispondenti, la percezione della realtà conseguente diviene la mia realtà, per risonanza.

Ma Programmi inconsci ed abitudini non sono accessibili in stato di veglia attiva, il corpo è giustamente orientato verso l’esterno ed è in modalità sopravvivenza, coi sensi all’erta, teso alla sopravvivenza del corpo fisico, le reazioni sono automatiche e programmate perchè la velocità di reazione è un elemento essenziale alla sopravvivenza.

jpg061

immagine tratta dal testo ” Diventa supernatural” di Joe Dispenza – My Life ed.

Onde cerebrali e loro efficacia

 

Il legame tra stato di coscienza e percezione soggettiva della realtà è ora tracciato: attraverso la meditazione mi pongo in uno stato di profondo rilassamento ( Theta) per accedere a quelle frequenze che mi consentono di riprogrammare la mente inconscia, responsabile dei miei meccanismi abitudinari.

L’attenzione è al presente ed al vuoto da cui trarre energia per forgiare nuovi modelli di realtà, contemporaneamente, attraverso emozioni di gioia, gratitudine, innalzo  la mia frequenza che significa innalzare la propria energia per agire sui cambiamenti che desidero.

jpg076

immagine tratta dal testo ” Diventa supernatural” di Joe Dispenza – My Life ed.

Per uscire dal passato che ricrea lo stesso futuro occorre, tramite la meditazione, andare oltre le circostanze di persona ( l’ego), cose ( oggetti materiali) luoghi ( spazio) eventi (tempo e spazio). L’attenzione va posta sul VUOTO.

Concludo con una semplice meditazione tratta dal libro, buona meditazione a tutti !

jpg064

mmagine tratta dal testo ” Diventa supernatural” di Joe Dispenza – My Life ed.

sdraiato, comodo, ad occhi chiusi

Porta consapevolezza al primo chakra, e quando sarai consapevole dello SPAZIO intorno ad esso, benedicilo ed inondalo con pensieri di gratitudine ed amore.

Prosegui allo stesso modo per ogni chakra.

Infine percepisci tutto il tuo corpo ed immaginalo ILLIMITATO, in grado di accogliere tutta la luce e l’energia che lo circonda da ogni luogo di questo Universo.

Per approfondire, fai click qui o sull’immagine sottostante

super-natural-dispenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...