Rebirthing, il respiro che guarisce

Respiro come ponte fra corpo e anima, come principale elemento per la vita, come  energizzante, disintossicante, unione fra umano e divino.

Rebirthing  letteralmente significa rinascita, e questo testo è uno dei capisaldi del metodo.

Basato  sul respiro circolare connesso,  consiste nell’eliminazione delle pause nel respiro alla fine dell’inspirazione e dell’espirazione; questa antica tecnica, semplice nella sua esecuzione ma miracolosa nei suoi benefici determina una vera e propria rinascita del proprio organismo.

Se intraprendo la strada del respiro circolare connesso, nella mia vita non sono più disposto a trattenere il respiro  in alto stimolando stati ansiosi e non sono più disposto a trattenere il respiro in basso stimolando stati depressi.

I bambini respirano circolarmente, gli animali respirano circolarmente, le vicende della nostra vita ci conducono a perdere questo naturale fluire del respiro. progressivamente il respiro si accorcia, si tende all’apnea, ci si priva di energia vitale, si rallenta la normale attività di rigenerazione cellulare e di detossinazione dell’organismo.

L’enorme quantità di energia vitale immessa nel nostro organismo tramite il rebirthing fa sì che le rigidità muscolari, la nostra armatura caratteriale, le nostre tensioni croniche, siano investite da un torrente di energia in grado di dissolverle, se non vi opponiamo resistenza.

Ad ogni pensiero corrisponde un’emozione, ad ogni emozione corrisponde una  una risposta biologica che può divenire anche una struttura che coinvolge tutti i nostri organi ed apparati.

Il rebirthing agisce direttamente su queste strutture, indipendentemente dal recupero della memoria dell’ evento che ha determinato quella ferita, tramite il respiro  posso riattivare quello schema energetico ed integrarlo.

Una domanda che mi pongo da tanti anni questa : “ E’ possibile cambiare senza soffrire?”

Sì, è possibile, tramite il rebirthing.

Superate le prime sedute, in cui si incontrano i blocchi più importanti che possono determinare delle paure e delle contrazioni dolorose,  lo stato di coscienza in cui si ci si ritrova respirando circolarmente è la condizione dell’ estasi.

Si tratta di una condizione naturale dell’individuo, anzi è la condizione naturale per eccellenza, smarrita nella società moderna.

Respirazione circolare e connessa, accettazione di quello che accade nel presente, integrazione nell’estasi, questi i passaggi principali di una seduta di rebirthing.

Proprio per questa sua capacità di agire direttamente sulle memorie cellulari dell’individuo,  il rebirthing si occupa anche di determinati traumi che possono essere stati vissuti al momento della nascita o anche durante la vita intrauterina.

Il rebirthing e infine anche una tecnica di crescita personale , una filosofia, che attraverso ristrutturazioni dei propri pensieri limitanti interviene anche direttamente sul proprio modello di realtà.

Questo è un testo meraviglioso,  mi auguro che un giorno appartenga alla biblioteca di chiunque  intende inserire nella propria cassetta degli attrezzi ,per una vita piena ed estatica,  l’incredibile potenza del respiro.

Per approfondimenti potete fare click qui oppure sull’immagine sottostante

download

se desiderate sperimentare questa tecnica, potete contrattarmi per ricevere informazioni sui vari corsi e gruppi in calendario.

bigletto senza indirizzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...