ESERCIZI PRATICI SISTEMICI: Il respiro sistemico al servizio del rapporto con i genitori

fresh_air

Il respiro sistemico al servizio del rapporto con i genitori

Il fiume della vita scorre in un unica direzione: i genitori danno e i figli ricevono.

Come figli, la semplice  gratitudine per il dono della vita verso i genitori è l’essenziale che basta a porci in armonia con questo flusso.

Restituiremo il tanto ricevuto a nostra volta creando vita oppure facendo del bene  tramite le nostre le nostre azioni.

Se ci siamo ritrovati nella condizione di dare ai nostri genitori conforto, consolazione, supporto mentre eravamo piccoli, questo ordine naturale è stato invertito e ciò crea disagio e sofferenza.

Ma la realtà di fondo resta immutabile: i genitori danno la vita e i figli la ricevono, i genitori sono grandi e i figli sono piccoli, i figli non possono prendersi cura delle carenze dei genitori, queste cose sono troppo grandi per loro.

Recuperare la connessione originaria con i genitori è molto salutare, se siamo stati condotti ad occuparci delle carenze dei nostri genitori mentre eravamo piccoli occorre riconoscerlo e spostarsi da questa scomoda posizione che può continuare da adulti.

Se coltiviamo da adulti questa illusione, avremo la tendenza ad aiutare chi non può essere aiutato, avere difficoltà nel lavoro inserendoci in questioni che non ci riguardano, adottare partners da ” salvare”, lanciarci in missioni impossibili e fallimentari.

Questo esercizio è un ottimo aiuto per  l’ascolto del corpo in una riconnessione con un flusso originario ben più potente delle vicende di vita che, dalla nascita in poi, ci hanno portato fuori posto in famiglia.

RESPIRO SISTEMICO GENITORI E FIGLI

Alla sera, prima di coricarci o quando lo sentiamo necessario, chiudiamo gli occhi e, ispirando, immaginiamo di ricevere la vita dai nostri genitori posti alle nostre spalle; immaginiamo di riceverla tra le scapole, all’altezza del cuore.

Se incontrate delle resistenze, concedetevi lo spazio e il tempo di fare dieci respiri in questa visualizzazione.

Se l’immagine di un genitore dietro di voi nell’atto di dare vita è insopportabile, provate a immaginarlo più lontano, alla distanza che sentite giusta e che vi protegge dal dolore emanato da questa persona, iniziate a ricevere da quella distanza.

Ricordate di non giudicarvi e non lasciarvi catturare dalla magia del dover essere e del giusto/sbagliato.

Espirando, immaginiamo di donare questa energia ai nostri figli, se ne abbiamo, o all’esistenza attraverso le nostre azioni che sostengono la vita.

Inspiriamo ed espiriamo più volte, visualizzando questo ricevere e donare, ascoltiamo quello che accade al nostro corpo.

Buona vita

Puoi trovare questo ed altri esercizi in:

costellazioni-familiari-sistemiche BANNER

http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__costellazioni-familiari-sistemiche-ronchi.php?pn=4512

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...